Le origini della Pizzica salentina e gli eventi da non perdere

Le origini della Pizzica salentina e gli eventi da non perdere

    Ogni regione d’Italia conserva delle tradizioni antiche e in Puglia molto nota è la Pizzica salentina.
    Parliamo di un ballo popolare, tradizionale del Salento, che fa parte della grande famiglia delle "tarantelle", i cui passi sono accompagnati da un tamburello e dove il ritmo cresce incessantemente, diventando sempre più incalzante e coinvolgente.
    Andiamo, dunque, a vedere quali sono le origini della Pizzica Salentina e gli altri eventi da non perdere in questa regione così ricca di tradizioni e cultura.

    Pizzica salentina: le origini

    Le radici di questa danza, però, non risiedono solo nei culti rivolti alla venerazione degli dei, ma, col tempo, ha assunto anche un altro scopo; la Pizzica salentina, infatti, veniva praticata anche a scopo "terapeutico".
    Stando ai vecchi racconti, questa musica era fatta suonare dagli uomini all'interno di case o piazze per guarire le donne dal "morso della taranta".
    Nella lingua salentina "taranta" significa tarantola, quindi questa musica e questi balli erano praticati a scopo terapeutico per guarire dalle "pizzicate" dei ragni che emanavano il loro potente veleno.
    L'unico rimedio per guarire sarebbe stato quello di praticare questo ballo per giorni, incessantemente.
    Inoltre, questa danza ha assunto anche lo scopo di "corteggiamento"; durante il ballo, infatti, i due danzatori non si toccano mai, ma si avvicinano spesso ed è la donna a condurre il ballo.
    È lei, infatti, che "stuzzica" l'uomo avvicinandosi a lui per poi allontanarsi con scatti veloci e piccole fughe.
    Questo ballo, inoltre, non è solo composto dai due ballerini principali ma è sostenuto anche dalla "ronda", ovvero un cerchio di ballerini e musicisti che si esibiscono davanti agli spettatori coinvolti dall'energia sprigionata da questa danza.
    Il cerchio che si crea attorno ai ballerini principali sta a simboleggiare l'energia esterna che si riversa sulla coppia; ancora oggi questa danza è praticata in tutta la regione salentina, a testimonianza di una tradizione che non si è mai spenta e che è ancora molto viva nella memoria di tutti gli abitanti del luogo.


    Gli eventi dedicati alla Pizzica salentina
    La Pizzica salentina è la regina incontrastata di molte manifestazioni culturali, dove si ha l'occasione di ascoltare e ballare questa danza popolare così famosa.
    Uno degli eventi più popolari, nella regione, è la "Notte della Taranta" che si svolge solitamente verso la fine di agosto proprio per chiudere in bellezza la stagione estiva ed è composta da diverse tappe nei vari comuni che aderiscono all'iniziativa, per poi concludersi con il concerto finale a Melpignano.
    Questo evento musicale, nato nel 1998, è stato istituito dall'Unione dei Comuni della Grecìa Salentina e ha coinvolto moltissimi turisti da diverse regioni. L'obiettivo, infatti, è stato proprio quello di far conoscere a tutti le tradizioni del territorio salentino, dai dialetti al cibo, per poi arrivare alle danze e ai costumi tradizionali che hanno caratterizzato la storia di questo territorio.
    Un altro evento da non perdere per ammirare, ascoltare e ballare la tipica danza salentina, è la festa della "Notte di San Rocco", a Torrepaduli, dove la sera del 15 agosto migliaia di persone si radunano per partecipare, da spettatori o da ballerini, alla Pizzica salentina ma anche ad un altro tipico ballo popolare del posto, chiamato "danza delle spade".
    Questi due eventi, dunque, sono quelli di maggiore rilevanza, a livello regionale, ma nel territorio del Salento ogni festa patronale o sagra di paese è il teatro perfetto per ospitare le musiche e le danze della famosissima Pizzica Salentina.

    © 2022 | LoveSud - P.IVA IT04683870754 | Developed by Computer Communication | Holigest - Gestionale per case vacanza powered