La Cava di Bauxite a Otranto: uno spettacolo naturale da non perdere

La Cava di Bauxite a Otranto: uno spettacolo naturale da non perdere

    La Cava di Bauxite è uno degli scenari naturali italiani di maggiore bellezza. Sebbene il luogo possa ricordare, per colori e conformazione, uno scorcio d’oltreoceano, sorge in realtà a Otranto in provincia di Lecce, a ridosso del noto faro di Punta Palascia e del Monte Sant’Angelo.
    L’equilibrato incontro cromatico tra il rosso delle rocce e il verde smeraldo del laghetto, rende la cava uno dei luoghi più affascinanti di tutto il Salento.

    Cava di Bauxite: storia del gioiello del Salento

    Non appena si giunge alla Cava di Bauxite, l’interrogativo sulla sua naturale formazione nasce spontaneo. Per poter scoprire l’origine e la formazione del gioiello del Salento, bisogna fare però un passo indietro.
    La bauxite, una roccia sedimentaria impiegata nella produzione dell’alluminio, venne scoperta in provincia di Otranto nel 1940, anno nel quale cominciò l’attività estrattiva. La scoperta della roccia risollevò considerevolmente l’economia dei locali, che fecero della produzione di alluminio una delle attività di forza per aumentare il guadagno. Nel 1976 la cava cessò di funzionare, rimanendo abbandonata a sé stessa e dando vita allo scenario lacustre di cui tutti oggi hanno testimonianza.
    Il panorama della Cava di Bauxite offre un lago verde smeraldo che contrasta con il rosso vivo delle rocce circostanti, il verde intenso della fitta vegetazione e il cielo azzurro del Salento. Dal 1976 il sito non è stato mai oggetto di riqualificazione ambientale e per tale motivo oggi si presenta allo stato naturale e selvaggio.
    Il lago non è balneabile e si è formato probabilmente a causa delle infiltrazioni d’acqua provenienti dalle falde circostanti.

    Come raggiungere la Cava di Bauxite

    La difficoltà nel raggiungere la cava e la quasi totale assenza di segnalazione giocano un ruolo decisivo nella scarsa affluenza del luogo. Uno scenario che ha dell’incredibile e di fronte al quale è impossibile rimanere indifferenti: un paesaggio desertico dai colori audaci e il contrasto sfrontato di elementi naturali, il tutto a pochi passi dalle magnifiche spiagge pugliesi e dal centro cittadino di Otranto. Ma come raggiungerla?
    Per poter accedere alla Cava di Bauxite basterà allontanarsi dal centro abitato di Otranto e proseguire verso Santa Cesarea. Una volta raggiunto il porto, bisogna individuare una strada di campagna, in parte sterrata e già anticipo dello scenario che verrà, che collega all’area dismessa. Dopo un breve tratto a piedi, infatti, le rocce rosse faranno la loro comparsa all’orizzonte.
    Un’altra alternativa per giungere alla Cava di Bauxite è invece rivolta agli sportivi. La strada può essere percorsa per delle sessioni di trekking o di bike, partendo direttamente dal porto, immettendosi nella rotatoria della Madonna del Passo e proseguendo lungo la direzione per Orte.
    Alla rotatoria successiva bisogna svoltare a destra e individuare una croce rossa sulla sinistra, quest’indicazione servirà per comprendere il momento in cui bisogna svoltare sulla prima strada a sinistra. Seguiranno solo 5 minuti a piedi prima di giungere alla Cava di Bauxite.


    Prenota la struttura adatta alle tue esigenze sul sito di Love Sud: troverai le migliori ville con piscina, case vacanza e dimore tipiche a due passi dalle località più belle del Salento!

    © 2022 | LoveSud - P.IVA IT04683870754 | Developed by Computer Communication | Holigest - Gestionale per case vacanza powered