Italiano English
Cosa visitare in Salento

Cosa visitare in Salento

    Il Salento, più in generale la Puglia, per la sua conformazione geografica ha da sempre rappresentato un crocevia per diverse culture e un punto di approdo di popolazioni provenienti da ogni parte dell'est europeo e non solo. La sua particolare forma ad "imbuto" infatti sembra quasi essere un ponte che unisce l'Oriente con l'Occidente. Tale specificità ha fatto sì che nei secoli Saraceni, Greci e altri popoli lontani sbarcassero sulle bellissime coste salentine mischiando le loro tradizioni artistiche, linguistiche, religiose e culinarie con quelle prettamente italiche. Molti borghi salentini così come molti monumenti e rappresentazioni artistiche godono di questa unione tra le diverse culture e alcune di queste realtà, se non la maggior parte, sono animate da influenze orientali che ancora oggi incuriosiscono milioni di turisti. Questa consapevolezza permette di organizzare dei veri ed interessanti tour in grado di mostrare tanto le bellezze paesaggistiche del Salento quanto la strabiliante storia che nel corso dei secoli ha plasmato e forgiato questa terra rendendola un unicum nel territorio italiano. Iniziamo il nostro viaggio proprio dalla punta più estrema dell'Italia, nell’estremo lembo di terra, dove questa finisce e lascia spazio al mare infinito. Santa Maria di Leuca, anche definita come "De finibus terrae", in base ad un'antica credenza che la riteneva a limite di tutte le terre emerse, è la punta più a sud del Salento e più precisamente si trova a 70km da Lecce.
    Leuca stupisce ed incanta i turisti per la sua oggettiva ed inviadiabile bellezza. Il suo famoso Faro alto 48 metri, a 102 sul livello del mare, situato a pochi passi dalla piazza della Basilica Santa Maria, sovrasta la piccola cittadina, offrendo il fantastico panorama del romantico abbraccio dei due mari, lo Ionio e l'Adriadico, e rappresentando il punto di riferimento, oggi come in passato, dei naviganti che solcano le acque del mediterraneo e si avvicinano alle coste salentine. La sua lanterna, emanando un fascio di luce visibile sino a 50 Km di distanza, illumina, quasi accarezzandola, le bianche case di Leuca e le sue meraviglie ville ottocentesche. Visitare Leuca vuole dire camminare lungo il suo porto antico e passeggiare sul lungomare favoloso, ricco di oleandri, di ville, di raffinati locali vista mare e di caratteristici mercatini in cui poter comprare bellissimi souvenir da regalare un volta rientrati dalla vacanza. Visitarla vuol dire gustare un ottimo pasticciotto mentre si osserva il mare con il cannocchiale nel punto più alto della Basilica. Esplorarla significa solcare il mare e scoprire le sue bellissime grotte e le sue insenature nascoste. Dal porto di Leuca, infatti, pescatori e turisti partono verso le Grottedei Giganti, del Presepio, del Diavolo e del Drago, insedimanti neolitici che rappresentano una grande attrattiva turistica e valorizzate dall'attività di bravi operatori turistici che organizzano visite guidate in barca, escursioni subacquee e canottaggio per i più appassionati. La storia di ogni singola grotta, come quella del Soffio, la racconterà chi ogni giorno solca quei mari e conosce le mille sfumature dei suoi piccoli e, a volte angusti, angoli di Paradiso.
    © 2020 | LoveSud - P.IVA IT04683870754 | Developed by Computer Communication | Holigest - Gestionale per case vacanza powered